09 gennaio 2015

FORESTALI. SE LA GRADUATORIA UNICA VI HA PENALIZZATO, POTETE FARE RICORSO, C'E UNA SENTENZA POSITIVA. ECCO A VOI UN'ORDINANAZA DEL TRIBUNALE DI MESSINA CHE DI CERTO FARÀ DISCUTERE. IL GOVERNO CROCETTA ADESSO NE DOVRÀ TENER CONTO



Forestali. Se la graduatoria unica vi ha penalizzato, potete fare ricorso, c'è una sentenza positiva. Ecco a voi un'ordinanaza del Tribunale di Messina che di certo farà discutere. Il Governo Crocetta adesso ne dovrà tener conto

Cliccare per ingrandire
Articolo pubblicato il 31 dicembre 2014 
sulla Gazzetta del Sud sezione di Messina


Il Tribunale del Lavoro di Messina ha accolto il ricorso di un 151nista, difeso egregiamente dall'Avvocato Valeria Feminò. Il lavoratore era in procinto di passare a Tempo Indeterminato, ma l'Art. 12 della legge 5 2014 (graduatoria unica), lo faceva arretrare dal  dal al 174° posto, perdendo così il diritto di transitare nel contingente superiore. 

Alla luce di questa sentenza, ho contattato direttamente l'Avvocato e mettendosi subito a disposizione, mi ha anche detto che altri 12 operai sono in attesa del giudizio del Tribunale. 
Toccato un'altro nervo scoperto. Adesso c'è una sentenza favorevole e chi si sente danneggiato dalla graduatoria unica può fare causa.

(Purtroppo non sono laureato)
L'Avvocato mi scrive testuali parole:
Gentile dott. Mogavero, 
Le riassumo la questione di cui alla vittoria del ricorso in oggetto.
La vicenda ha destato molto interesse all'interno della compagine forestale, dell'azienda e della direzione provinciale del lavoro e ha avuto dei riflessi anche all'assessorato al lavoro a Palermo.
Il lavoratore ricorrente ha ottenuto, come si legge, il diritto alla convocazione ai fini dell'assunzione a tempo indeterminato, diritto che gli era stato negato a seguito dell'avvento della legge regionale 5/2014 che ha sconvolto gli assetti precedenti e consolidati da quasi vent'anni.
Il lavoratore, infatti, a seguito di questa legge, si era ritrovato all'ultimo posto nella graduatoria del proprio contingente, pubblicata il 23 aprile 2014, sebbene occupasse il primo posto utile al passaggio a tempo indeterminato nella graduatoria del 28 marzo 2014, precedente alla applicazione della nuova legge.
Il giudice ha rinvenuto evidenti profili di illegittimità nella condotta della amministrazione forestale, intimando l'immediata convocazione del ricorrente aveva maturato il diritto al passaggio a tempo indeterminato già prima dell'avvento della nuova legge regionale.


Cordialmente
Avv. Valeria Feminò 
Piazza Immacolata di Marmo n. 4, 98122 Messina
Telefono/Fax. 090672695
Mail. valeria.femino@gmail.com


Ringrazio vivamente la Dott.ssa Valeria Feminò per la proficua collaborazione, al più presto pubblicheremo la sentenza.
Il provvedimento riguarda solamente coloro che hanno fatto ricorso.

Per chi ne volesse sapere di più, può contattare senza problemi l'Avvocato Professionista.  
Ambiti di maggiore competenza: Civile, Consulenza Legale, Diritto del Lavoro, Esecuzioni, Famiglia e Successioni, Immigrazione, Separazioni


Per coloro (Madonie) che invece hanno fatto ricorso per il riconoscimento al contingente superiore (in questi giorni se ne stanno aggiungendo altri dalle Petralie). Vi informo che ho inviato all'Avvocato Carmelo Panatteri gli estremi di questa sentenza emessa dal Tribunale di Messina, in modo tale da rafforzare il vostro ricorso.
A presto...








8 commenti:

  1. Interessante.... nella giurisprudenza corrente, la vittoria in sede processuale "potrebbe" spalancare le porte, a tanti altri colleghi.nella medesima situazione
    Si parla di 20 anni di anzianità di servizio, ma ormai chi più chi meno siamo là.....
    Appena possibile sarebbe gradita la pubblicazione della sentenza, chissà........
    Saluti
    Alessandro Ardito Calatafimi - Tp

    RispondiElimina
  2. Ma scusate io non capisco,se questa e' legge,visto che il ricorso si e' vinto,perche' ricorrere in avvocati?CMQ aspettiamo di capire quando sara' pubblicata la sentenza...Santo Canonico

    RispondiElimina
  3. Secondo mè si sta interpretando male la sentenza del tribunale di Messina. Il tribunale di Messina non ha toccato minimamente la legge regionale 5/2014 graduatoria unica bracciante agricoli e antincendio, ha semplicemente riconosciuto il diritto maturato del collega solo perchè l'aveva maturato prima dell'entrata della nuova legge 5/2014 che secondo me quella rimane perchè legge regionale in tutti gli effetti. Se il collega ha maturato il diritto sicuramente non vale per tutti ma vale solo per qualcuno contati che l'avevano maturato come già sopra detto PRIMA dell'entrata della nuova legge . Chi interessato deve farsi il conto se ha maturato il diritto sempre tenendo conto prima dell'entrata della 5/2014. Auguri di buon anno a tutti anche in ritardo. Mi permetto dare un saluto particolare al simpaticone di Antonio Di Grado che quando scrivevo articoli nei giornali che mi rivolgevo a diversi onorevoli della regione sicilia sempre per aumentare le giornate lavorative Di Grado era sempre quello che mi chiamava spesso per tenersi informato. Di Michele Mogavero non ne parliamo perchè si merita 110 e lode di come mantiene tutti noi informati tramite il Blog. Saluti. Il vostro collega Autista forestale. Geom. Salvatore Claudio Proietto da Capizzi (Messina) cell. 392-0941363. E-mail: geometra.proietto@tiscali.it

    RispondiElimina
  4. L'importante è che abbiamo aperto gli occhi. Sarà la legge a fare il suo corso. Salvatore, ti ringrazio infinitamente per i complimenti. Ciao...

    RispondiElimina
  5. Questo provvedimento renderà giustizia a tanti lavoratori. Da ignorante penso che questo è lavoro di avvocati perchè non sarà automatico per tutti.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I commenti devono essere firmati. Riscrivilo con il nome e cognome.

      Elimina
  7. Chi ha subito danno dalla pubblicazione della graduatoria unica faccia ricorso per far rispettare l'anzianita di CONTIGENTE e diritti acquisiti. Andrea D'agostino

    RispondiElimina

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.